Decreti riforma ITS in arrivo

Tre pareri favorevoli del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) sugli schemi di decreto relativi alla riforma degli ITS che diventano Istituti tecnologi superiori (ITS Academy) e che diventano parte integrante del Sistema terziario di istruzione tecnologica superiore istituito dalla legge al fine di promuovere l’occupazione, in particolare quella giovanile, di rafforzare le condizioni per lo sviluppo di un’economia ad alta intensità di conoscenza, in coerenza con i parametri europei. 

Nella premessa il CSPI evidenzia che “agli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) è affidato dalla legge il compito prioritario di sostenere la diffusione della cultura scientifica e tecnologica e potenziare la formazione professionalizzante di tecnici con elevate competenze tecnico-professionali destinati a rispondere alla domanda di lavoro proveniente da aree tecnologiche considerate strategiche per le politiche di sviluppo industriale e tecnologico e di riconversione ecologica“.

Relativamente allo schema di decreto ministeriale recante lo «Statuto delle Fondazioni ITS Academy» e dell’Allegato A al decreto contenente lo “Schema di Statuto” il CSPI ritiene che “debba essere rafforzata la dimensione nazionale e pubblica degli ITS Academy attraverso un maggiore protagonismo delle istituzioni di secondo grado non escludendo la possibilità per il Dirigente Scolastico di assumere il ruolo di Presidente della Fondazione“.

Sullo schema di decreto ministeriale recante «Disposizioni in merito ai criteri e alle modalità per la costituzione e i compensi delle commissioni delle prove di verifica finale delle competenze acquisite da parte di coloro che hanno seguito con profitto i percorsi formativi degli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy); alle indicazioni generali per la verifica finale delle competenze acquisite e per la relativa certificazione, nonché ai modelli di diploma di specializzazione per le tecnologie
applicate e il diploma di specializzazione superiore per le tecnologie applicate ai sensi degli articoli 6, comma 2, e 5, comma 2 della legge 15 luglio 2022, n. 99» il CSPI propone “una maggiore valorizzazione delle competenze specifiche acquisite al termine del percorso attraverso la rimodulazione del punteggio attribuito al colloquio che, unitamente alla prova tecnico-pratica, si ritiene possa fornire alla commissione elementi significativi del livello di acquisizione delle competenze in uscita“.

Infine, sullo schema di decreto ministeriale recante «Disposizioni in merito alla costituzione e al funzionamento del Comitato Nazionale ITS Academy, nonché definizione dei criteri e modalità di partecipazione dei rappresentanti delle regioni designati dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome» il CSPI ritiene che nel decreto “vada data continuità e stabilità all’attività di consultazione prevista da parte del Comitato e finalizzata all’acquisizione di elementi sui nuovi fabbisogni di figure professionali di tecnici superiori nel mercato del lavoro, mediante la costituzione di gruppi di lavoro paritetici e l’individuazione delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello nazionale“.

Condividi:

Altri articoli:

Istituti tecnici,categorie felici del boom

Sfatato il mito degli studenti di serie B Commercio,industria,artigianatoe sindacati plaudono.«Ma serve più formazione post di ploma» Torrielli(ReteIts):«Nelle Academy un terzo degli iscritti arrivati dai

Fiducia nella riforma e iscritti its raddoppiati

Guido Torrielli, presidente di Its Italy, l’associazione nazionale che rappresenta le fondazioni territoriali
«Sperimentazione corretta, coerente con il modello europeo. Ora la sfida è affidare i lavori entro il 29 febbraio»

Con la riforma valorizzati gli Its

«Con la riforma
valorizzati gli Its»
Guido Torrielli è il presidente nazionale degli istituti tecnici superiori.
«Adesso anche il nostro può essere considerato un sistema duale»

Skip to content